Casa di Jim Thompson

La casa di Jim Thompson, un perfetto esempio di arte e architettura thai, è formata da sei case tradizionali provenienti da altre province thailandesi.

Jim Thompson fu un architetto nato agli inizi del XX secolo che prestò servizio nell'esercito americano durante la Seconda Guerra Mondiale. Si trasferì in Europa in qualità di parte strategica dell'esercito per collaborare nell'operazione di liberazione della Thailandia.

Una volta in Thailandia e conclusa la guerra, Jim Thompson iniziò a nutrire un profondo interesse per la seta e i tessuti del paese, interesse che lo portò a dare vita ad un'azienda che, con la sua attività imprenditoriale, favorì l'espansione della seta thailandese nel mondo.

Nel marzo del 1967, durante un viaggio in Malaysia, Jim Thompson scomparve. Varie sono le teorie a proposito: secondo alcuni, fu vittima di un assassinato, secondo altri, di un attacco da parte di animali selvaggi.

La casa di Jim Thompson è composta da sei case tradizionali provenienti da altre provincie della Thailandia. Trasportarle a Bangkok non fu affatto complicato, dal momento che, anticamente, le case venivano costruite senza chiodi per facilitarne un'eventuale smontatura. Si stima che le case che ad oggi compongono la casa di Jim Thompson risalgano ad almeno due secoli fa.

Nel rispetto dei costumi thailandesi, Jim Thompson optò per una casa sopraelevata con l'intento di evitare le inondazioni. Le tegole furono fabbricate ad Ayudhaya e la pittura rossa delle pareti funge da protezione.

I giardini possono essere visitati individualmente, mentre la casa può essere visitata solo in gruppo. Sono disponibili visite guidate in inglese e in francese.

All'interno della casa troveremo un ristorante e un negozio della marca Jim Thompson.

Orario

Tutti i giorni dalle 09:00 alle 18:00.

Prezzo

Adulti: 150 baht.
Studenti: 100 baht.

Trasporto

Metro: National Stadium (Silom Line).

Luoghi vicini

MBK (448 m) Siam Paragon (704 m) Pantip Plaza (981 m) Central World (1.2 km) Chinatown (2.3 km)